In arrivo la banca dati con l’intelligenza artificiale sulle sentenze tributarie

Saranno consultabili gratuitamente e liberamente le sentenze di merito fiscale depositate dal 2021 ad oggi. Ad annunciarlo il direttore generale del dipartimento Giustizia tributaria del Mef, Fiorenzo Sirianni, in audizione alla commissione Finanze di Palazzo Madama. Sarà disponibile entro il mese di giugno la banca dati realizzata anche con il ricorso all’Intelligenza artificiale. Il sistema […]

READMORE

Il ravvedimento speciale riapre e salva le dichiarazioni 2023

Un emendamento al Milleproroghe dispone che il ravvedimento speciale si potrà applicare anche alle violazioni riguardanti le dichiarazioni annuali Iva, redditi e Irap relative al 2022, validamente presentate. Tali violazioni possono essere regolarizzate con il pagamento di un diciottesimo del minimo delle sanzioni irrogabili, oltre all’imposta e agli interessi dovuti. Come anticipato il perdono del […]

READMORE

L’imposta sulle cripto anche in acconto

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione 10/E/2024, ha istituito i codici tributo per il versamento in acconto dell’imposta sulle criptoattività. La norma che disciplina la nuova imposta è l’art. 19, comma 18, Decreto legge n. 201/2011. Anche per l’imposta sul valore delle criptoattività, come per l’Ivafe, sono dovuti gli acconti con le stesse scadenze e […]

READMORE

Fattura falsa, paga chi emette

La Corte di giustizia Ue, nella sentenza C-442/22 del 30 gennaio scorso, ha statuito che in base al principio di cartolarità dell’Iva, il dipendente infedele è debitore dell’imposta indicata nella fattura che ha illegittimamente emesso a nome e all’insaputa del datore di lavoro; l’obbligo, però, ricadrà su quest’ultimo qualora risulti che non abbia vigilato con […]

READMORE

Le circolari in consultazione

Riforma fiscale. Cambia il dialogo Fisco-contribuente. L’Agenzia delle Entrate ambisce a diventare il consulente dei professionisti e delle associazioni di categoria e offre anche una consulenza spicciola, avvalendosi dei servizi telematici, su istanze dei contribuenti di minori dimensioni, comprese società semplici, personali e soggetti equipollenti. Con la pubblicazione nella G.U. n. 2 del Dlgs n. […]

READMORE

Cooperative compliance, chi ha già aderito non deve certificare il rischio fiscale

Da oggi entra in vigore il Dlgs n. 221/2023 che ha previsto il potenziamento del regime di adempimento collaborativo (cooperative compliance). L’art. 1, comma 2, prevede che nei 90 giorni dalla sua entrata in vigore vengano adottati una serie di provvedimenti. La data del 18 gennaio 2024 è importante perché rileva come spartiacque per i […]

READMORE

Concordato preventivo, addio al voto delle pagelle fiscali

Cambia il concordato preventivo biennale per le partite Iva. Con l’accesso che diventerà possibile anche per ditte, professionisti e autonomi che non hanno raggiunto un voto a partire da 8 nelle pagelle fiscali e che, quindi, non sono nella lista degli affidabili. Una modifica che la commissione Finanze del Senato è pronta a mettere come […]

READMORE

Global minimum tax, un’imposta in tre segmenti

Ieri il Cdm ha approvato in via definitiva il decreto di attuazione della delega con riferimento alla fiscalità internazionale che recepisce la direttiva 2022/2523 in materia di imposizione minima globale (global minimum tax). Le c.d. Globe rules si basano sull’iniziativa Beps che prevede al secondo pilastro le regole per una tassazione minima negli Stati in […]

READMORE

Controlli, termini diversi Atti a motivazione rafforzata

La pronuncia delle Sezioni Unite della Corte di cassazione sui termini diversi sui crediti d’imposta inesistenti e non spettanti cambia le carte in tavola anche nell’attuazione della delega fiscale. Allo studio c’è già una modifica al testo su accertamento e concordato. Intanto ieri è arrivato il via libera della commissione Finanze della Camera al decreto […]

READMORE

Contro l’evasione Iva e-fattura complementare allo split payment

In risposta a un question time il ministero dell’Economia ha sostenuto che la scissione dei pagamenti ha una sua specificità che ne legittima l’esistenza. Lo split payment è stato prorogato fino al 30 giugno 2026 a seguito della decisione di esecuzione Ue 2023/1552 del 25 luglio 2023. Il meccanismo si continuerà ad applicare, in una […]

READMORE